Tag
News

No Bolkestein. La protesta riempie le piazze. Imprese Oggi, c’è!

20.000 ambulanti da tutta l’Italia tra cui oltre 1.000 dalle Province di Latina e Frosinone, da Napoli e la Campania.

Oltre 20.000 ambulanti provenienti da tutta l’Italia hanno dato vita alla più grande manifestazione di commercianti mai svoltasi dal dopoguerra.

Piazza della Repubblica è riuscita a stento a contenere le delegazioni provenienti da tutti i mercati delle più grandi città (Roma, Napoli, Firenze, Torino, Bari, Venezia ecc.) come dai più piccoli paesi di provincia.

Oltre 1.000 ambulanti delle Province di Latina e Frosinone, di Napoli e della Campania hanno accolto l’invito della nostra Associazione contribuendo alla chiusura di interi mercati come quello di Cisterna o il De Bustis a Napoli o molti mercati settimanali e giornalieri a Roma.

Un successo di partecipazione andato ogni oltre rosea previsione, suggellato tra l’altro dall’intervista rilasciata in diretta TV a RAI NEWS 24 dal nostro Segretario Generale, Marrigo Rosato, e dal fatto che la Associazione Imprese Oggi – Confimprese Italia è stata la prima firmataria di un documento sottoscritto da oltre 30 Associazioni NO BOLKESTEIN, consegnato a mano negli incontri avuti presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ed al Ministro per gli Affari Regionali, Enrico Costa.

Alla luce delle richieste avanzate dalle Associazioni, ormai realmente rappresentative degli ambulanti di tutta l’Italia, il Governo si è dichiarato disponibile ad emanare in tempi rapidi gli adeguati provvedimenti conseguenti alla proroga delle concessioni al 31.12.2018 per il blocco definitivo dei Bandi e la fuoriuscita definitiva dalla Direttiva Bolkestein per il settore ambulante.

Ciò avverrà attraverso l’avvio di un tavolo tecnico presso il Ministero dello Sviluppo Economico (del quale la Associazione Imprese Oggi – Confimprese Italia è componente) e la convocazione immediata della Conferenza Stato – Regioni al fine di uniformare su tutto il territorio nazionale le procedure e la conseguente sospensione o revoca dei Bandi già avviati.

I Commenti sono chiusi