Tag
News

Unicusano Fondi Calcio: stagione positiva in Lega Pro

Quella appena trascorsa è stata una stagione positiva in Lega Pro per la Unicusano Fondi Calcio, la prima e unica squadra professionistica italiana ad essere di proprietà di un’università, l’Università degli Studi Niccolò Cusano per l’appunto.

La società, fondata il 15 agosto del 1922 dall’ingegnere Boriello, è diventata di proprietà dell’Università degli Studi Niccolò Cusano il 13 novembre 2014, conquistando dopo i playoff di Serie D e la vittoria della Coppa Italia di Serie D l’accesso alla Lega Pro.

Gli uomini di mister Poscheci, quest’anno, hanno conquistato l’accesso ai Play Off grazie alla fondamentale vittoria interna per 2-1 ai danni del Catanzaro, chiudendo il campionato al decimo posto con 49 punti conquistati. Nella gara con i calabresi decisiva la doppietta di Pippo Tiscione, bravo a giocare sul filo del fuorigioco e freddo nel superare De Lucia con un morbido pallonetto nel caso della seconda rete.

Nella gara dei Play Off gli accademici hanno affrontato in trasferta la Virtus Francavilla con un solo risultato a disposizione per accedere al secondo turno: la vittoria. Nella sfida con i pugliesi mister Poscheci si affida al classico 4-2-3-1 con Tiscione, Giannone e Calderini a sostegno del centravanti Albadoro. In difesa da sottolineare l’assenza di Marino, bloccato da un problema muscolare all’ultimo minuto. Le due squadre, dopo una iniziale fase di studio, hanno prodotto diverse occasioni da gol con Signorini che al 19’ sfiora il gol di testa.

Primo tempo abbastanza bloccato a causa della rilevanza della posta in palio, ma con gli accademici padroni del campo e maggiormente pericolosi rispetto ai pugliesi.

Nel secondo tempo i laziali provano a portarsi in vantaggio con Galdean che dalla distanza manda alto e, soprattutto, con la combinazione veloce Calderini-Varone che porta alla conclusione il centrocampista che manda di poco alto, dando ai tifosi ospiti la sensazione del gol. A mezz’ora dal termine mister Pochesci getta nella mischia anche Gambino e ridisegna la squadra con uno sbilanciatissimo 4-2-4 volto all’attacco. Gli attacchi di Calderini, Gambino e De Martino, però, non sortiscono gli effetti desiderati e la gara termina in pareggio, con i pugliesi che conquistano l’accesso al secondo turno e l’Unicusano Fondi che esce dai Play Off, ma a testa alta.

La Virtus Francavilla, grazie al pareggio, si ritrova a giocare nel weekend che sta per arrivare il turno successivo, oltretutto con i favori del pronostico come si evince dal sito di Sky Bet Italia, contro il Livorno.

Un anno positivo, quindi, per la squadra della ricerca, al primo anno tra i professionisti. La squadra è riuscita a regalarsi risultati di assoluto prestigio (come la vittoria in trasferta a Foggia), ed andando vicinissima ad un successo che avrebbe consentito di portare avanti il sogno Serie B.

Il futuro, però, sembra sorridere alla squadra della ricerca scientifica italiana, grazie al grande lavoro di programmazione della società, già all’opera per il prossimo campionato. L’obiettivo è quello di riprovare la scalata alla Serie B, confermando buona parte della rosa che tanto bene ha fatto nel campionato appena trascorso e puntellando la rosa con acquisti di qualità.

La società, inoltre, vuole utilizzare il calcio per veicolare al grande pubblico messaggi di sensibilizzazione sull’importanza della ricerca scientifica. Messaggi che hanno bisogno di palcoscenici sempre più importanti.

I Commenti sono chiusi